Jericoacoara, Brasile

hotel jericoacoara
Il vento cancella le impronte sulla sabbia, spinta verso il mare.

Corre veloce la sabbia, spazzola i polpacci, arriva fino agli occhi. I piedi affondano sulla morbida salita che porta in cima alla duna. Da quassù lo spettacolo del sole che si tuffa nell'acqua è qualcosa di speciale.
Alle spalle c'è Jericoacoara, un'oasi di palme con sotto alle palme un paese di pescatori convertito al turismo, che i windsurfisti hanno scoperto soltanto qualche anno fa, innamorandosene subito.
I pionieri l'hanno conosciuta senza luce elettrica, con l'acqua a intermittenza, selvaggia e vergine. Hanno scoperto il suo vento generoso, che soffia senza sosta da giugno a febbraio, la bellezza della spiaggia, la cordialità della gente.

Il vento c'è sempre. Soffia quasi ininterrottamente giorno e notte. Si può andare in acqua già verso le undici del mattino e tirare in lungo fino a sera. Nel pomeriggio diventa un po' rafficato, ma spesso ci sono le onde più belle. In ogni caso basta un giorno per individuare la propria condizione preferita, determinata dai movimenti della marea, che sale e scende a dismisura lasciandosi alle spalle decine di metri di secca.
appartamenti jericoacoara
Si va in acqua, dall'estremità destra della spiaggia, che a sinistra continua per chilometri fino al paese di Tatajuba, raggiungibile anche con una long distance in surf, facendosi poi venire a recuperare dal buggy.

Oggi che è arrivata la corrente non è cambiata di molto. Insieme alle piccole comodità conquistate da poco, Jeri offre il suo fascino intatto, l'armonia di un paese cresciuto sulla sabbia, dove non servono scarpe, pantaloni lunghi, giubbotti. Dove si gira a piedi, perché le distanza sono minime, tutto ruota intorno alla spiaggia e al pugno di baretti che costeggiano la strada verso il mare. Vecchi "Dune buggy" sono pronti a portarvi nelle splendide lagune della zona, se volete farvi una gita. Altrimenti, con quattro passi si arriva ovunque. Affacciato sullo spot c'è l'Ancoraduro (accento rigorosamente sulla A), dove bere cocco gelato e succhi di frutta esotica a prezzi stracciati.
pousada jericoacoara
Al tramonto scatta la caipirinha, così buona che si rischia di esagerare. Sulla spiaggia c'è anche il Naturalmente. Apre all'ora dell'aperitivo, le specialità sono le crêpes. Per cena regala un tocco di magia: tavoli azzurri, piedi nella sabbia, stelle per lampioni.

Caffè della Taverna, chitarra e voce al Planeta jeri. La notte continua là dove porta la musica. Basta seguire il ritmo. C'è anche una balera all'aperto, sempre aperta. Sembra un circolo ARCI anni '70 con la pista in cemento e i neon sospesi nell'aria. Si balla Forrò dal lunedì alla domenica, una specie di liscio brasiliano.
pousadas jericoacoara
Per chi ama tirare tardi, l'ultima tappa è la padaria: apre alle tre, offre pane caldo al formaggio e caffè. Nel feriamo (fine settimana lunghi, all'incirca ogni due settimane) c'è il pienone e la musica si spegne alla luce del giorno.

Ci si conosce tutti, a Jeri, basta essere un po' aperti e in un paio di giorni vi sentirete a casa.
Potrete provare a ballare la capoeira o a giocare a calcio sulla spiaggia, scendere dalla duna con lo snowboard. Quando verrà il momento di ritornare a casa, capirete il significato della parola saudade.

beach jericoacoara